Il marchio di Moldrock

Il numero 3205 di topolino, uscito la scorsa settmana, contiena il primo episodio di una nuova avventura della saga di PK intitolata “il marchio di Moldrock“.

All’interno della storia ci sono alcune citazioni e richiami alle storie precedenti, sopratutto richiami alla precendete avventua “Il raggio nero” dove per la prima volta compara Moldorock, vediamo di fare un riassunto per non perderci nell’universo PK.

[ SPOILER ALERT], Attenzione da qui in avanti ci saranno degli spoiler quindi se non hai ancora letto questo primo episodio, continui a tuo rischio e pericolo.

Ok partiamo e andiamo in ordine di comparsa nella storia:

Che monastero è quello in cui inizia la storia? e chi sono i monaci?

Il monastero è il monastero di Dhasam-Bul e i monaci sono (ovviamente ) coloro che lo abitano. Questi monaci compaiono, per la prima volta, nella miniserie “Lo zen e la fisica dei quanti“, uscita su PKNA tra giugno e luglio del 2000. Il monasterdo di Dhasam-Bul è dove Everett Ducklair si ritira per cercare di controllare la sua furia inventiva che lo porta a creare solo armi distruttive. Ed è propio qui che gli scagnozzi di Moldorock vanno a cercarlo.

Chi è Solom, il papero superfisicato che compare appena la storia si sposata a Paperopoli?

Solomon Hicks in realtà non è un papero, ma è un corpo robotico dentro il quale c’è il Custode della Camera Omega, che nella storia “Il raggio nero” è al fianco di PK nel tentativo di fermare Moldorock.

 

Ma la domanda che più affligge è:

chi è Moldrock?

Moldrock è un criminiale Coroniano (cioè del pianeta Corona) che, attraverso il potere del Raggio nero, con il quale riesce a plasmare la materia e assorbirne energia, ha cercato di conquistare con la forza. Confinato nella universo  pentadimensionale da Evertt Ducklair ora cercherà di scatenare la sua furia su Paperopoli. Nell’episodio “il raggio nero” appunto, Moldorck è tornato a Paperopoli sotto le spoglie del gargoyle Raksaka nonstante PK fosse convinto di averlo sconfitto.

Per ora mi fermo quim  questi sono i tre richiami che penso siano necessari per capire meglio il primo episodio di questa entusiamante “Il marchio di Moldorock” e contestualizzarla nell’universo pikappiano.

A settimana prossima per eventuali altre nuove citazioni!

Annunci

Commenta qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: